Vivere bene con o senza caffè?

Il caffè? buono, ma…

euzeinblog

Nel concetto di vivere bene ovviamente l’alimentazione riveste un ruolo fondamentale. Parleremo presto di come e cosa mangiare, ma per ora rivolgiamo il nostro interesse verso una delle bevande più consumate al mondo: il caffè.

LucePartiamo da una domanda semplice: Avete mai provato a cercare di addormentarvi con una forte luce che vi arriva addosso?

Oppure avete mai provato ad addormentrvi dopo essere stati sottopposti ad un “bombardamento” di luce?

Certamente si, visto che viviamo in mondo sovraesposto e certamente vi sarete resi conto che, pur riuscendo comunque a dormire se uno è stanco, l’addormentarsi è sicuramente più complicato se comparato ad una bella serata passata sotto le stelle o alla penombra in casa propria.

Tazza caffèCosa c’entra questo con il caffè? C’entra moltissimo sopratutto dopo un interessantissimo lavoro pubblicato il 16 settembre 2015 dal Dott Burke e dai suoi collaboratori su Science Translational Medicine. (http://stm.sciencemag.org/content/7/305/305ra146)

In questo lavoro i ricercatori…

View original post 314 altre parole

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Studiamo la dieta di Creta – prima parte

Iniziamo a vedere i punti principali della dieta Mediterranea di Creta e confrontiamoli con la dieta a Zona e con la dieta Mediterranea italiana.

Dieta zona mediterranea

Cerchiamo all’inizio di vedere qual era il nucleo principale dell’alimentazione di Creta negli anni 60, ovvero al tempi del già citato “Seven countries study” di Ancel Keys e confrontiamolo con la Dieta a Zona del dr Barry Sears.

La prima cosa che vediamo è che gli alimenti a Creta erano principalmente di origine vegetale con una scarsa quantità di derivati da animali (ad eccezione del formaggio che era molto usato. Inoltre, come è facile immaginare, gli alimenti erano tutti stagionali, sopratutto quelli di origine vegetale.

La dieta Mediterranea così come è conosciuta oggi in Italia non si discosta molto da questi principi, così come la dieta a Zona con l’unica differenza di un apporto di proteine animali leggermente superiore.

Dieta Creta, Dieta zona, Dieta mediterranea, Nutrizionista firenze, Nutrizionista Pistoia, Nutrizionista Prato, Nutrizionista Versilia Horta in vendita al mercato ( per chi conosce il greco è scritto sbagliato !)

Nella dieta giornaliera di Creta la componente di carboidrati era composta da Frutta

View original post 679 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Test Nutrigenetici: cosa ci dicono e cosa non possiamo chiedergli

In molti mi chiedono a cosa servono i test genetici e quale utilità abbiano.

In sintesi servono moltissimo per valutare i fattori di rischio eventualmente causati da piccole variazioni (mutazioni) che interessano alcuni geni. Importante è però sapere che gli stessi test non possono fornire una diagnosi di malattia.

nutrizionista firenze test genetici

I test genetici ci possono aiutare molto nella scelta di una corretta e personalizzata alimentazione

Valutando ed analizzando queste variazioni si può calcolare meglio la propria alimentazione personalizzata ed il proprio stile di vita.

Prima di fare un test genetico è fondamentale sapere cosa stiamo cercando e che risposte possiamo ottenere. Per iniziare bisogna sapere che un test genetico non è diagnostico, ovvero non fornisce ne’ diagnosi ne’ tantomeno prognosi di malattie. Questi test forniscono informazioni importantissime sui fattori di rischio eventualmente presenti nel nostro DNA.

nutrizionista firenze test genetici 2

I test genetici sono semplici e non invasivi

Due esempi possono essere il test per la celiachia e quello per l’infiammazione. Nel primo caso bisogna sapere cha la celiachia è una patologia che può insorgere solo a chi ha una particolare conformazione genetica di due geni. Ma non è detto che chi si trovi in questa situazione possa sviluppare la celiachia. Ovvero se io non ho questi geni, allora non potrò mai diventare celiacoma se io ho questi geni non è detto che diventi celiaco (esiste la possibilità, ma non la certezza) in quanto che per svilupparsi la patologia si devono verificare molte altre circostanze. Nel secondo caso, infiammazione, si vanno a cercare geni che possono indurre infiammazione più facilmente, e quindi patologie infiammatorie croniche. Ma la loro presenza non vuol dire che siamo sicuramente soggetti ad avere chissà quali malattie, cosi come la loro assenza non ci mette al riparo in modo assoluto.

Quindi il risultato del test ci può indicare un corretto stile alimentare e di vita personalizzato in modo molto migliore rispetto a quanto potremmo fare con una semplice anamnesi familiare, nutrizionale e da un’analisi dello stile di vita.

In sintesi un test genetico deve essere fatto sapendo cosa cerchiamo, con un esperto che ci possa aiutare a sceglierlo, e senza aspettarci indicazioni che non può dare. 

Dott Lorenzo Dal Canto

Biologo Nutrizionista

Master Zone Consultant Certified

l.dalcanto@nutrirsisano.it

www.nutrirsisano.it

www.facebook.com/LorenzoDalCantoBiologoNutrizionista

https://www.facebook.com/DietaAZonaInToscana

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

La “Zona”: ovvero come l’alimentazione passa dalle calorie agli ormoni

Dieta a Zona, vuol dire smettere di pensare al cibo come fonte di calorie e cominciare a pensare come le molecole del cibo agiscono sul nostro equilibrio ormonale allo scopo di migliorare il nostro benessere.

Dieta zona mediterranea

Dopo aver visto i principi fondamentali della alimentazione che il Dr Ancel Keys chiamò“dieta Mediterranea”e dopo aver identificato come principale, anche se non unico, centro di questa alimentazione, l’isola di Creta, vederemo oggi quali sono alcuni dei principi scientifici e dei fondamenti alimentari della Dieta a Zona.

In primo luogo, come spesso tendo a sottolineare, non mi piace parlare di dieta relativamente alla“Zona” (e nemmeno per la verità in relazione alla “Mediterranea”) perché il concetto di “dieta” è normalmente associato a restrizione e quindi a sofferenza. Nella “Zona” invece non esiste ne’ l’una, ne’ l’altra.

Quali sono i princìpi su cui si basa la “Zona”? Il primo fondamentale, come avevamo iniziato a vedere la volta scorsa, è il carattere antiinfiammatorio di questa alimentazione.

La dieta Zona è una alimentazione che controlla, attraverso un preciso equilibrio degli alimenti,  la produzione di Eicosanoidi, ovvero di ormoni che…

View original post 865 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Cosa sareste disposti a fare per….

Cosa sareste disposti a fare per:

  1. Aumentare la lucidità mentale e la concentrazione
  2. Migliorare le prestazioni sportive
  3. Incrementare la sensazione di vitalità e la propria energia
  4. Aumentare la possibilità di prevenire  molte malattie croniche
  5. Rallentare il processo di invecchiamento

Cerchiamo alcune risposte possibili;

  1. affidarsi ad equipe mediche di eccellenza in SPA multimilionarie? ( Può essere una soluzione se avete tanti tanti soldi, ma comunque quando uscite riuscite a mantenere i benefici? )
  2. Chiamare Harry Potter? ( mi dicono che in questi giorni sia indaffarato!)
  3. Vendere l’anima al diavolo? (No, non si deve essere così drastici, poi si rischia di pentirsi come Dorian Gray!)
  4. Cercare in farmacia pasticche ed integratori di varie marche e di diversi composti? (Beh, può essere un idea, ma sempre di prodotti chimici si tratta che difficilmente mantengono da soli le promesse)

La realtà supera la fantasia

Probabilmente la vostra fantasia vi ha suggerito varie altre risposte possibili, io mi fermo qui con la fantasia e passo alla realtà dandovi la riposta che secondo me meglio di tutto riassume i punti in alto: Seguire la “Dieta a Zona”.

La parola Dieta però non mi piace molto, non perché non sia corretta, ma perché viene associata spesso a concetti di privazione o sacrifici. Invece con la Zona non si parla ne’ di sacrifici ne’ di privazioni.

Seguire l’alimentazione a Zona vuol dire semplicemente mangiare sano ed equilibrato, ed anche molto!

Vi sembra assurdo? in realtà lo è molto meno di quanto pensiate. Già nell’antica Grecia, Ippocrate diceva che il cibo deve essere la tua medicina e la medicina il tuo cibo, indicando le enormi potenzialità dell’alimentazione.

Il Falso, il Verosimile e il Vero

Il “problema” è che non si sa molto su cosa sia un’alimentazione sana ed equilibrata perché la cultura nutrizionale che ci portiamo dietro è figlia più di pubblicità televisive che di cultura scientifica. Questo perché ci sono molti più interessi, ovviamente, da parte delle aziende a vendere prodotti industriali, che non ad educare alla salute. Ma tutto sommato ognuno deve fare “il suo” per cui loro facciano pure le loro pubblicità, io invece mi occupo di educare le persone alla corretta alimentazione e i miei corsi di educazione alimentare sono proprio finalizzati a questo

Corsi per La dieta a Zona

Vi aspetto ai miei corsi per imparare a seguire correttamente la Dieta a Zona. Al costo di una normale visita, avrete tutte le informazioni per seguire questa alimentazione e lo schema personalizzato per iniziare a nutrirsi in modo sano ed equilibrato.

Quando

Per sapere le date e fissare un incontro seguitemi su Facebook o sul mio sito internet

https://www.facebook.com/LorenzoDalCantoBiologoNutrizionista

https://www.facebook.com/DietaAZonaInToscana

http://www.nutrirsisano.it

oppure contattatemi ai seguenti recapiti:

Dott. Lorenzo Dal Canto – Biologo Nutrizionista

www.nutrirsisano.it

l.dalcanto@nutrirsisano.it

cell: 3475307753

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Nutrizione e Nordic Walking

In questi giorni ho iniziato una bellissima collaborazione con la ASD Nordic Walking e Dintorni. Bellissima realtà che ha sede in Firenze che si occupa di divulgare questa eccezionale attività fisica. Se volte avere informazioni più approfondite sul Nordic Walking  questo è il loro sito: http://www.nwedintorni.com

Cliccando qui potete leggere anche il mio primo articolo che è stato pubblicato sul loro sito. Lo stesso articolo è riportato qui sotto.

Alimentazione e benessere: l’importanza dell’idratazione

Alimentazione e benessere sono due concetti che sempre più spesso ultimamente associati e diventano, nel pensiero comune, legati strettamente. Questo è sicuramente un bene perché cresce sempre più la convinzione che mangiare bene faccia …bene.

In realtà questo è un concetto non nuovo. Infatti sin dall’antica Grecia si sapeva benissimo come l’alimentazione fosse la prima fonte di benessere. Ippocrate, il padre della medicina occidentale, diceva :“ fa che il cibo sia la tua medicina e che la tua medicina sia il cibo” indicando così il legame stretto tra salute e alimentazione. Andando un po’ più lontano troviamo concetti simili nella medicina tradizionale cinese che, pur partendo da concetti di base differenti, affermava la totale predominanza del cibo sui farmaci. Il concetto della Medicina cinese era infatti quello che vedeva il cibo (e il nutrizionista) fondamentali per mantenere e protrarre nel tempo lo stato di salute, e il farmaco (e il medico) ad intervenire solo quando il cibo era “sbagliato”. L’alimentazione preveniva i problemi cronici e il farmaco trattava quelli acuti.

Oggi, come dicevo, si è risvegliato questo amore per il benessere e il cibo che lo mantiene, anche se purtroppo le informazioni che possiamo avere tramite internet e i mezzi di comunicazione non sempre sono completamente corrette. Si sente parlare di alimentazione giusta per l’uomo ma in realtà questo è un concetto astratto e sarebbe più corretto parlare di alimentazione giusta specifica per uno specifico individuo. Ma dato che questo è impossibile da divulgare ecco che si generano informazioni che, o sono molto generali, per cui ipoteticamente valide ma non personalizzabili, oppure scendono molto nei particolari perché realizzate per una persona (di solito quella che le divulga) per cui validissime per quella persona, ma non necessariamente per altre. Ed ecco generata la confusione tra le informazioni.

Per esempio, se chiedessi qual è l’alimento più importante di tutti, probabilmente mi sentirei rispondere con molti diversi cibi. La pasta (o i cereali in generale), oppure le proteine o le vitamine o, perché no, gli oggi molto di moda antiossidanti. Pochi o pochissimi mi risponderebbero con l’alimento più semplice e diffuso: l’acqua.

L’acqua è infatti la sostanza che è maggiormente presente nel nostro corpo (circa il 65-75%), ma ogni giorno ne perdiamo moltissima. Tramite l’urina ne eliminiamo circa 1,5 litri, ma ne perdiamo molta anche attraverso la cosi detta “perdita insensibile” (ovvero quella di cui non ci rendiamo conto) attraverso la cute e i polmoni Questa quantità è pari a circa 0,8 litri cui si devono aggiungere i circa 0,2 litri che si eliminano attraverso le feci.

Proprio per questo bere diventa uno degli atti nutrizionali più importanti della giornata, se non proprio il più importante in assoluto.

In condizioni fisiologiche e di normale temperatura ed attività fisica, si dovrebbe reidratare il corpo con circa 1,5-2 litri di acqua distribuiti durante la giornata. Purtroppo, sopratutto nell’anziano, la sensazione di sete non è così avvertibile e ciò ci pone sempre al rischio di disidratarsi. Bere diventa così fondamentale sempre, ed a maggior ragione durante l’attività fisica e nell’anziano.

Idratarsi però non vuol dire solo bere. Con il sudore si perdono anche molti sali e riveste una notevole importanza anche l’assunzione di frutta (e verdura). Le linee guida ne raccomandano un’assunzione di circa 5 porzioni al giorno.

Parlando di attività fisica, il Nordic Walking si pone tra quelle più complete in assoluto e tra le più sicure per articolazioni e cuore ed è adatto quindi praticamente per tutti, più o meno giovani che si sia. Proprio per questo appena si prende pratica con la camminata, diventerà una piacevole attività da fare in compagnia. A questo punto non vi dimenticate mai di portarvi con voi la vostra bottiglietta di acqua. A qualunque età: da giovani perché si mette più energia e quindi si disperde più acqua, da …meno giovani perché la richiesta di acqua non è mai sufficientemente soddisfatta e quindi con l’attività all’aria aperta il corpo deve essere rifornito di questo prezioso, fondamentale ed insostituibile alimento. L’acqua infatti porta una incredibile quantità di benefici: oltre a migliorare il rendimento sportivo, può essere utile nei problemi digestivi, migliora la qualità della pelle, può essere utile nella perdita di peso ed è un potente agente detossificante diluendo ed aiutando ad eliminare molte tossine.

Per finire un piccolo trucco per bere. La sensazione di sete viene spesso confusa dal nostro cervello con quella di fame. Se avete fame, ma sapete di aver mangiato da poco o a sufficienza, allora potrebbe essere in realtà sete. Provate a bere e aspettate qualche minuto, se passa era proprio sete, se non passa… allora fatevi un sano, piccolo spuntino!

Dott Lorenzo Dal Canto – Biologo Nutrizionista

cell.: 3475307753

l.dalcanto@nutrirsisano.it

http://www.nutrirsisano.it

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Percorsi di Educazione Alimentare

Percorsi educazione alimentare biologo nutrizionista firenze pistoia versilia

Se hai provato le più svariate diete ma sempre con lo stesso risultato, ovvero perdere peso per poi riacquistarlo tutto quello perso se non di più, molto probabilmente la “colpa” è solo della dieta! Ma non di quella che hai scelto o che ti hanno fatto seguire, bensì proprio del concetto di dieta in se! 

Non ti offro un’altra dieta, ma un percorso personalizzato di rieducazione alimentare basato su un cambiamento del tuo stile alimentare ed esclusivo per te!

Il mio approccio è finalizzato solo ed esclusivamente ad una educazione alimentare. Ti insegnerò una corretta nutrizione, partendo da come fare la spesa, fino a come cucinare, il tutto ovviamente sulla base di una approfondita valutazione dei fabbisogni nutrizionali personali

Inizia un percorso di rieducazione alimentare che ti permetterà di cambiare per sempre il tuo rapporto con il cibo, con la bilancia e con il tuo benessere. Con pochi incontri (di solito 4) potrai essere autonomo e imparare a gestire la tua alimentazione e la tua salute alimentare!

Lorenzo Dal Canto – Biologo Nutrizionista

www.nutrirsisano.it

l.dalcanto@nutrirsisano.it

cell: 3475307753

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento